Cosa ho visto in sedici ore davanti alla tv

Un’altra tessera del puzzle per capire l’Italia: bella analisi di Christian Raimo su Internazionale.

Giovedì 15 febbraio ho visto sedici ore consecutive di televisione. Era una giornata piovigginosa e fredda. Ho acceso lo schermo poco prima delle otto e ho spento verso mezzanotte con gli occhi lucidi e un ronzio in testa che sono riuscito a placare solo nel sonno. Senza muovermi dal mio salotto, ho voluto sperimentare cosa succede nella bolla di un giorno qualunque di campagna elettorale per quei 50 milioni e passa di italiani che – secondo le statistiche – guardano almeno un’ora di tv quotidiana. Continue reading “Cosa ho visto in sedici ore davanti alla tv”

La guerra di Piero

Questa è una bella aggiunta al nostro dizionario di famiglia (grazie a Giovanni jr):

Dormi sepolto in un campo di grano
non è la rosa non è il tulipano
che ti fan veglia dall’ombra dei fossi
ma son mille cadaveri rossi.

Neanche troppo assurdo, a pensarci bene.

L’originale è sotto, per chi non se la ricorda:

Dormi sepolto in un campo di grano
non è la rosa non è il tulipano
che ti fan veglia dall’ombra dei fossi
ma son mille papaveri rossi.